CELVA: UNA STORICA FALESIA


Celva è una delle storiche falesie del capoluogo trentino: presenta itinerari di estremo interesse dove tecnica, dita e testa la fanno da padrone. A prova del fervore e vigore che contraddistingue ancora il luogo è la recente sistemazione di molte vie da parte dell'infaticabile G.A. Massimo Faletti & Co. e la chiodatura/apertrura della via "25° anniversario", un solido 8c, firmato dal celebre Rolando Larcher, via che si sviluppa lungo la volta di sinistra della falesia.
La palestra è contraddistinta da una lunga fascia calcarea che taglia trasversalmente il bosco posto sopra l'abitato di Celva. I settori A, B e C sono quelli classici (o meglio storici) dove sono state chiodate le prime vie; l'attiguo settore D (sulla sinistra) presenta le vie più interessanti dal punto di vista delle alte difficoltà con molti tiri dal grado 7 in su.

GRADI: 5 - 8c.

PERIODO CONSIGLIATO:
L'esposizione a sud rende questo luogo molto indicato per l'inverno quando la falesia gode del sole dalle 11 del mattino in poi e le piante alla sua base non ostacolano eccessivamente l'irraggiamento solare.

ACCESSO ALLA PALESTRA:
Salire fino a Povo ed attraversarlo in salita seguendo le indicazioni per Oltrecastello. Poco prima di Oltrecastello girare a destra su -Via Borino alla volta di Passo Cimirlo (indicazioni Passo Cimirlo).
Raggiungere il passo (Bar - Ristorante) e proseguire in salita a sinistra lungo la stradina asfaltata che conduce a Celva. Seguire le indicazioni SAT per Passo Cimirlo e per l'osservatorio militare e raggiungere il culmine della strada presso il -Forte Sella di Roncogno dove si parcheggia.
Dal parcheggio tornare indietro alcune decine di metri è imboccare il sentiero che parte fra due case in direzione della visibile falesia. Girare a destra e, subito dopo una recinzione paramassi, prendere il sentiero che sale a sinistra fino alla base della falesia.